Azzerato il debito di oltre € 200.000,00 con la banca. -

Vai ai contenuti

Menu principale:


AZZERATO IL DEBITO DI OLTRE € 200.000,00 CON LA BANCA

La tenacia e la convinzione, supportata da una opportuna dose di preparazione, ha consentito ad una nota azienda, da oltre 20 anni impegnata onorevolmente nel settore dell’edilizia, di ottenere un altro grande risultato dopo aver ottenuto, tre anni fa, la rinuncia di un decreto ingiuntivo immediatamente esecutivo di circa € 400.000,00 da parte di un diverso Istituto di credito.

Questa volta, la stessa società da noi assistita, ha azzerato il debito di oltre € 200.000,00 che aveva con la banca.
Una adeguata e puntuale contestazione, rivolta alle richieste di pagamento della passività in conto corrente formulate da parte dell’Istituto di credito, ha permesso alla società di vedersi riconosciuti i propri diritti senza affrontare estenuanti azioni giudiziarie, dalle conseguenze spesso imprevedibili.

E' bastata la trattazione in via stragiudiziale per far comprendere alla banca i vizi riscontrati nei vari addebiti contabilizzati durante la gestione del rapporto, tali da generare una apparente situazione debitoria risultata, in definitiva, quasi totalmente inesistente.

Colpo su colpo sono state messe in evidenza le diverse anomalie riscontrate, anche nei contratti sottoscritti tra le parti, inducendo la banca a desistere facendole accettare la somma pari a solo l’1,8% di quella pretesa in pagamento.
Conclusione, questa, che ha generato nella società l’enorme soddisfazione per aver ottenuto, per entrambe le posizioni, la rideterminazione del proprio “debito” con uno sgravio di oltre € 550.000,00.
Condizioni che hanno permesso alla società, ovviamente, di evitare il fallimento dopo oltre 20 anni di onorata attività imprenditoriale.

Ecco perché non bisogna mai arrendersi o sentirsi impotenti di fronte alle richieste della banca.

Una adeguata valutazione, infatti, potrebbe evitare conseguenze catastrofiche che potrebbero vanificare anni e anni di sacrifici.
Infatti, non sempre la posizione debitoria rappresentata dalla banca risulta reale.

Per questo è opportuno analizzare il “trattamento” ricevuto nel corso di tutto il rapporto contrattuale, proprio per scongiurare la fine capitata a molti imprenditori costretti a chiudere la propria azienda per colpa delle banche.

Non sentirti sconfitto e decidi di agire, i nostri esperti sono a disposizione per valutare, senza impegno, la tua situazione con la banca.  

Per maggiori informazioni sull'argomento
inviaci la Tua richiesta online






 
STUDIO CORAPI AVVOCATI
info@studiocorapiavvocati.it
Tel./Fax: 0967/620019
Mobile: +39 348/3546256
Via Casilina n. 394 - 00176 ROMA
Via S. Martino n. 3 - 88068 SOVERATO (CZ)
P.I: 10334211009
Torna ai contenuti | Torna al menu