Erede e legatario: quando è necessaria la distinzione -

Vai ai contenuti

Menu principale:

APPROFONDIMENTI > DIRITTO DI FAMIGLIA

EREDE E LEGATARIO: QUANDO E' NECESSARIA LA DISTINZIONE

La distinzione tra la figura dell'erede e quella del legatario è necessaria soltanto nel caso in cui il defunto abbia lasciato un testamento.
Infatti, quando la successione avviene in base alla legge il beneficiario è sempre erede.

É erede la persona chiamata a succedere in tutto o in parte nei diritti patrimoniali del de cuius, mentre è legatario colui che succede al defunto esclusivamente in determinati rapporti giuridici.
Inoltre, la qualità di erede deve essere accettata, espressamente o tacitamente, entro 10 anni dalla morte della persona della cui eredità si tratta; il legato, al contrario, si acquista senza bisogno di accettazione.

Resta inteso che il legatario può, comunque, rinunciare al legato e se quest'ultimo concerne un bene immobile la rinunzia deve essere scritta.
Ad ogni modo, la differenza fondamentale consiste nel fatto che l'erede, se non accetta con beneficio d'inventario, risponde dei debiti del defunto con tutto il suo patrimonio; il legatario, invece, risponde dei debiti sempre e soltanto nei limiti di quanto riceve.

Si sottolinea, infine, che gli eredi, oltre ai debiti del defunto, devono anche assolvere ai legati disposti dal testatore.
Per maggiori informazioni sull'argomento
inviaci la Tua richiesta online






 
STUDIO CORAPI AVVOCATI
info@studiocorapiavvocati.it
Tel./Fax: 0967/620019
Mobile: +39 348/3546256
Via Casilina n. 394 - 00176 ROMA
Via S. Martino n. 3 - 88068 SOVERATO (CZ)
P.I: 10334211009
Torna ai contenuti | Torna al menu