Multe via PEC: niente ricerche massive tramite codice fiscale -

Vai ai contenuti

Menu principale:

APPROFONDIMENTI > AGGIORNAMENTI

MULTE VIA PEC: NIENTE RICERCHE MASSIVE TRAMITE CODICE FISCALE DELLA PERSONA FISICA

Il Ministero dell'Interno con la Circolare dell'8 Giugno u.s. recante “Notificazione a mezzo posta elettronica certificata delle sanzioni amministrative per violazioni del Codice della Strada” ha stabilito, a seguito della richiesta di chiarimenti da parte del Garante per la protezione dei dati personali anche alla luce delle indicazioni normative del Regolamento (UE)  n. 2016/679 e del D. Lgs. n. 196/2003 (Codice in materia di protezione dei dati personali), che per la notifica delle multe via PEC non sono più consentite ricerche massive ed indiscriminate degli indirizzi tramite codice fiscale della persona fisica.

In ragione delle indicazioni dell'Autorità Garante, dunque, si sono fornite le seguenti istruzioni operative:
- nella ricerca dell'indirizzo PEC dell'obbligato in solido proprietario del veicolo con cui è stata commessa una violazione, può essere utilizzato il codice fiscale della persona fisica (estratto dalle annotazioni presenti negli archivi del PRA o dall'anagrafe tributaria) inserendolo nella sezione "imprese" del registro INI-PEC solo quando è stato accertato, ad esempio in occasione della contestazione immediata della violazione, che il veicolo con cui la violazione è stata commessa era utilizzato nell'esercizio di attività imprenditoriale. In ogni altro caso (es. violazione accertata con dispositivi di controllo remoto, senza contestazione immediata), il codice fiscale della persona fisica intestataria del veicolo può essere utilizzato solo per interrogazioni della sezione "professionisti" del registro INI-PEC;
- in nessun caso potranno essere effettuate ricerche massive ed indiscriminate di indirizzi PEC partendo dal codice fiscale di una persona fisica, svincolate dalla valutazione del singolo caso e dalle concrete modalità di utilizzo del veicolo oggetto di accertamento della violazione;
- la notifica del verbale a mezzo PEC non è obbligatoria nel caso di abbinamento del codice fiscale della persona fisica ad una PEC di chiara matrice aziendali. In tali casi, la notifica del verbale di violazione deve essere effettuata nelle forme ordinarie, senza il ricorso alla PEC.
Per maggiori informazioni sull'argomento
inviaci la Tua richiesta online






 
STUDIO CORAPI AVVOCATI
info@studiocorapiavvocati.it
Tel./Fax: 0967/620019
Mobile: +39 348/3546256
Via Casilina n. 394 - 00176 ROMA
Via S. Martino n. 3 - 88068 SOVERATO (CZ)
P.I: 10334211009
Torna ai contenuti | Torna al menu