Il testamento pubblico e il testamento segreto -

Vai ai contenuti

Menu principale:

APPROFONDIMENTI > DIRITTO DI FAMIGLIA

IL TESTAMENTO PUBBLICO E IL TESTAMENTO SEGRETO

Il testamento pubblico è l'atto redatto da un pubblico ufficiale - il notaio - il quale riceve dal testatore le disposizioni testamentarie in presenza di due testimoni (che ovviamente non possono essere gli eredi o i familiari).

Proprio per tale ragione, il testamento pubblico viene considerato la forma più sicura di testamento.
Infatti, il testamento redatto dal notaio fa piena prova in merito all'autenticità della sottoscrizione e, conseguentemente, vi è la certezza che il testamento è stato realmente redatto e sottoscritto dal de cuius.

Premesso ciò, c'è da dire che esiste la possibilità di contestare l'autenticità di un testamento redatto da un notaio.
L'unico strumento per agire in questo senso è rappresentato dalla proposizione in giudizio della c.d. querela di falso, alla quale è necessario allegare prove specifiche e  fondate circa la falsità dell'atto pubblico.

Il testamento, invece, è segreto quando è consegnato in busta chiusa al notaio al fine di conservarlo nei propri atti.
Pertanto, in questo modo è consentito al testatore di non rendere pubbliche le proprie volontà e, al contempo, gli assicura la custodia da parte di un un pubblico ufficiale.

Il testamento segreto può essere scritto di proprio pugno dal testatore (nel qual caso è sufficiente la sottoscrizione in calce), oppure redatto mediante mezzi meccanici o anche da terzi.

In quest'ultimo caso, la sottoscrizione del testatore deve essere posta, oltre che in calce, anche su ciascun foglio del testamento.
Per maggiori informazioni sull'argomento
inviaci la Tua richiesta online






 
STUDIO CORAPI AVVOCATI
info@studiocorapiavvocati.it
Tel./Fax: 0967/620019
Mobile: +39 348/3546256
Via Casilina n. 394 - 00176 ROMA
Via S. Martino n. 3 - 88068 SOVERATO (CZ)
P.I: 10334211009
Torna ai contenuti | Torna al menu